IL GIARDINIERE IMPROVVISATO

 

Pieris

 

Una pianta che non mi ha mai convinto del tutto, ma ad ogni primavera rinuncio all'idea di estirparla, perché l'accostamento delle foglie nuove, di un rosso cherubino, a quelle più vecchie che sono di un bel verde brillante contribuisce a rendere vivace un angolo altrimenti un po' buio. Cresce lentamente, come gran parte delle acidofile cui fa compagnia -azalee e camelie- e forse fra una decina d'anni sarà una vera bellezza.

 

 

Home Le piante Arbusti da siepe La mappa E-mail